giovedì 21 gennaio 2016

Una giornata particolare

In occasione della dipartita di Ettore Scola, come di prassi in queste occasioni, vengono trasmessi di nuovo e tutti insieme i film per tributare omaggio.
Trascorro molta parte del mio poco tempo libero guardando film perche' una delle mie passioni e' "leggere" visivamente una narrazione.
Ho rivisto con piacere "Una giornata particolare", pellicola della quale ho sempre apprezzato la superba fotografia che non lascia spazio alla vividezza del colore pieno e appagante, presagio di una fine racchiusa su se stessa, e la tessitura di un piccolo ricamo di vita su un arazzo di eventi "maestosi" i cui colori appunto sono ombreggiature poco chiassose ma di grande importanza.
Ma quello che ho sempre amato di questo film e' la possibilita', lasciata aperta, che il concepito, il nuovo seme, sia figlio dell'incontro di due mondi diversamente uguali e che si sono toccati per un attimo Eterno, per dare vita a Vita Nuova. Non importa se divisi ma piu' uniti che se vicini.
Questo e' il mio ricordo di un Maestro del Cinema: uno dei finali piu' profondi che io abbia mai "letto".

#nessunoenessuno 



                     tutti i diritti sono riservati

Nessun commento:

Posta un commento