giovedì 29 ottobre 2015

Pink Lollipop

Non nego che per anni il fascino di Old Blue Eyes mi abbia catturato.
Specialmente nelle lunghe ore trascorse qui sotto, nel mio "antro".
Quella voce flessibile e un pò "sporca" ma profondamente maschia e sentimentale, ha fatto sognare centinaia di donne ma ha fatto sognare anche moltissimi di uomini di poter avere un fascino da seduttori garbati e virili al contempo.
Invece questa mattina d'improvviso, riascoltando un cd di suoi vecchi successi l'attenzione l'ho lucidamente posta sulle parole prima che sulla melodia, svincolandomi dalla malìa di quella voce e dalla visione di quelle movenze disinvolte da animale da palcoscenico.
Esclusi alcuni innegabili grandi classici come My Way o New York New York .... I've got you under my skin ed altro, mi perdonerete questa vena razionale, ma non faccio salvo nulla di testi decisamente smielosi atti a rinfocolare il mito americano di quei clamorosi anni '50 in cui la vita era ( o fingeva di essere) una caramella rosa, a pink lollipop...
Una sfilata di piccole Doris Day crescono senza soluzione di continuità, una visione al caramello di un paese che di li a poco avrebbe affrontato un conflitto crudele che avrebbe riportato la realtà al suo posto e la musica..sarebbe cambiata.
Tutto per voi, in una meravigliosa esecuzione di You Make me Feel So Young, un paese delle favole dove (come in un' altra canzone si adombra che se credi nelle fiabe esse si avverano) saltellare sventatamente felici raccogliendo un numero imprecisato di non-ti-scordar-di-me.


#nessunoenessuno



tutti i diritti sono riservati.



                                                                                     

Nessun commento:

Posta un commento