domenica 14 giugno 2015

Gli Esami non Finiscono mai



Eduardo lascia qui il suo Testamento, senza retoriche, asciutto, silenzioso, una riflessione in cui perfino l'Amaro è già passato.
Rimane un convintissimo NO che sale alla gola per citare le parole del protagonista davanti al
racconto di una Vita in cui il Coro di corvi e cornacchie che volteggiano sulla vita di Guglielmo Speranza sono caricati e amplificati, divenendo maschere di vizi , virtù, pregiudizi.
Fastidiosi e sottili si insinuano quale veleno negli animi ottusi dei familiari veicolati, i loro consigli fraudolenti, da avidità, cecità, morale, perdita del senso della vita, legami segnati e indirizzati sul binario della convenienza sociale e patrimoniale.
E un continuo mettere sotto esame la vita del protagonista, le vite di tutti, che affinché i fragili equilibri di chi ruota intorno non collassino, viene inquisita e mai perdonata.
Persa la ventata di aria buona, Bonaria che è Amore e Dolore, non resta che una vita in Apnea, scandita dal Far Bene, rivestiti di un abito di taglia sbagliata, colore inappropriato, vestibilità nulla.
Perfino l'ultimo viaggio viene adornato di retorica guitta, cui finalmente si sfugge salpando verso la Vita successiva Nudi ché solo Nudo puoi essere riconosciuto e attraversato da una Ventata di Aria Buona. Bonaria...

Per tutti Voi che avrete la Bontà e la Pazienza, questi sono gli Esami.

 




#nessunoenessuno







                                                                                                             tutti i diritti sono riservati

Nessun commento:

Posta un commento