domenica 1 febbraio 2015

Anna Maria, il Voto e le Suffragette

Il 1 febbraio 1945 segna una data fondamentale per le Donne italiane, viene sancito il diritto di Voto alle Donne ( Decreto Legislativo luogotenenziale 1 febbraio 1945, n. 23 Estensione alle donne del diritto di voto: "Art. 1 Il diritto di voto è esteso alle donne" ), evento che si innesta nel clima del
dopoguerra e a poco tempo dalle elezioni del 2 giugno 1946 che furono una delle Pietre Miliari della nostra Storia. Una prima volta che assunse una valenza ancor maggiore poiché avvenne in occasione del Referendum del 2 giugno 1946 in cui gli italiani furono chiamati a scegliere, ma da lontano parte la Lunga battaglia per il Voto alle Donne, perchè esse potessero essere riconosciute Cittadino con pari dignità all'Uomo. Quindi Pari Opportunità di far sentire la propria Voce. Infatti nel 1793, venne scritta la "Dichiarazione dei diritti delle donne e delle cittadine" firmata da Olympe de Gouges che purtroppo le valse la ghigliottina, 154 dopo in Italia le donne poterono recarsi finalmente alle urne. 
Ricordo in questo breve appunto Anna Maria Mozzoni, che si espose e lotto strenuamente affinchè questo diritto già riconosciuto altrove, e in primo luogo in Inghilterra dove le Suffragette si prodigarono strenuamente , venisse definitivamente esteso a tutte le Donne.
Ma anche tutte le altre che in Terra italiana e Straniera hanno lottato e lottano perché sia Pari la Dignità e non solo le Opportunità.

#nessunoenessuno








                                                                                                    tutti i diritti sono riservati

Nessun commento:

Posta un commento